Come abbiamo più volte avuto modo di ripetere, l’estate è il periodo più pericoloso per la salute dei nostri cellulari e smartphone. Il caldo tipico della bella stagione, unitamente al rischio che il dispositivo finisca in luoghi che possono minarne la sostenibilità tecnologica (sabbia, acqua, ecc.), rappresentano alcune determinanti di grande potenzialità nel benessere dello smartphone e… del suo utilizzatore, che spesso si trova costretto a riparazioni cellulari frettolose.

Tra i rischi maggiori che lo smartphone si trova ad affrontare nel periodo estivo c’è sicuramente quello relativo al suo inserimento all’interno dell’abitacolo del veicolo utilizzato per gli spostamenti quotidiani e vacanzieri. È d’altronde risaputo che lo smartphone possa fare praticamente di tutto: connesso o meno al veicolo, riesce a farci da navigatore, da deejay o da assistente per le telefonate. Insomma, un elemento che per molti italiani è diventato insostituibile. Anche e soprattutto d’estate.

Tuttavia, un così costante utilizzo, a condizioni climatiche scarsamente fruibili, rende il cellulare un oggetto a serio rischio di surriscaldamento. Una condizione che rende lo smartphone più “affaticato”, con funzionamento più lento e con pericoli di spegnimento della batteria a causa dell’attivazione dei sistemi di protezione.

 

In tal proposito, non è certo un caso che molte compagnie automobilistiche si stiano ingegnando per garantire allo smartphone una vita più serena. Alla Chevrolet, ad esempio, mentre i tecnici testavano un sistema di ricarica wireless, si sono accorti che la temperatura dell’abitacolo era molto alta, e che proprio in virtù di tale scenario, lo smartphone si spegneva, rifiutandosi di dar seguito all’operazione di ricarica. Da tale input è nato l’Active Phone Cooling, che dall’anno prossimo diventerà fruibile dai consumatori americani: un vano dedicato al cellulare, fornito di una bocchetta che dirige l’aria proveniente dal condizionatore, e che permetterà ai possessori dello smartphone di avere un cellulare sempre fresco e in forma.

Per tutti coloro i quali non riusciranno a disporre della novità Chevrolet, non rimane che affidarsi ai consigli più “tradizionali”, ma sempre validi. Pertanto, quando utilizzate il vostro smartphone in auto, evitate di lasciarlo all’esposizione diretta del sole, e riponetelo invece in una zona d’ombra, che possa risparmiarlo dal contatto con i raggi solari. Cercate inoltre di fare in modo che – ove presente il sistema di condizionamento dell’aria – la temperatura all’interno dell’abitacolo sia confortevole, e che il cellulare non venga comunque sollecitato oltre modo, evitando dunque di esagerare con telefonate, fruizione del GPS per la navigazione mobile, e così via. E’ altresì consigliabile evitare di lasciarlo in auto sotto il sole per oltre un’ora perchè si rischiano veramente gravi problemi al vostro amato smartphone o tablet.

Per quanto ovvio, vi ricordiamo che il nostro centro è a disposizione per qualsiasi tipologia di intervento sul vostro dispositivo mobile: punto di riferimento per i servizi di riparazione cellulari Chiavenna e in tutta la Valtellina, TelCenter sarà il vostro partner (anche estivo!) per la risoluzione di ogni pregiudizio tecnologico.

Call Now Button