Operazioni come la rimozione sicura dei file, in modo che questi non siano più leggibili, risultano di fondamentale importanza per chi vuole assicurarsi la totale trasparenza dei propri dati sensibili. In caso di smarrimento del proprio smartphone, tuttavia, si hanno ben poche possibilità di intervenire sul dispositivo perso e le proprie informazioni possono inevitabilmente finire in mani altrui, oltre a perderle definitivamente.
In questi casi, come dice il detto, prevenire è meglio che curare. Potete, infatti, prevenire la perdita accidentale dei vostri dati seguendo dei semplici accorgimenti:

1. Bloccare lo schermo
Con la recente implementazione dei lettori di impronte digitali, sbloccare lo schermo del vostro smartphone risulta un’operazione pratica e poco fastidiosa. Tuttavia, che si tratti di un codice a scorrimento o un semplice PIN, il blocco dello schermo offre un buon livello di protezione in caso di smarrimento dello smartphone, in quanto non permette l’accesso al contenuto presente nel dispositivo, come applicazioni o file personali. Bisogna precisare, però, che questo sistema di protezione è aggirabile da persone esperte, che possono raggiungere i dati presenti in memoria in altri modi. Pertanto è necessario che utilizziate altre misure di sicurezza.

2. Attivare il controllo da remoto
Non ci sono scuse per non attivare il monitoraggio remoto sul vostro smartphone. Sui sistemi più recenti, come Android ed iOS, infatti, potete abilitare funzioni come “Trova il mio iPhone” che, oltre a fornire la posizione del vostro terminale, consentono di bloccare il dispositivo da lontano utilizzando, ad esempio, un PC.

3. Eseguire un backup dei file
Se, sfortunatamente, perdete il vostro smartphone, o se questo viene rubato, potete bloccarne l’accesso con un semplice clic dal web, ma che ne è dei dati presenti sul vostro dispositivo?
Il rischio di perdere il vostro telefono o subirne un furto dovrebbero essere buone motivazioni per preservare i vostri dati personali, duplicandoli da qualche altra parte. Sulla maggior parte dei terminali, a tal proposito, è possibile abilitare la funzione di backup automatico, che vi consente di sincronizzare i vostri dati direttamente sulla nuvola (come ad esempio i contatti, e-mail, calendari, file multimediali e file personali), consigliamo di verificare periodicamente che venga copiato tutto per evitare sorprese quando potrebbe essere troppo tardi.

4. Crittografare i dati
La crittografia dei dati aggiunge un ulteriore livello di sicurezza che rende molto difficile, anche per gli hacker più esperti, ottenere informazioni personali sul vostro dispositivo. Rallenta alcune delle operazioni sullo smartphone, ma vale la pena attivarla, se disponete di molti dati sensibili, come password o carte di credito.

Se queste misure di protezione non soddisfano le vostre esigenze, oppure incontrate difficoltà, potete rivolgervi a centri specializzati per il trattamento dei dati come, ad esempio, TelCenter, dove un team di esperti vi verrà in aiuto con sistemi di protezione avanzati.

Call Now Button